Associazioni Yoga che fine faranno? Il CONI le esclude? | Yoga Bolzano

Le associazioni Yoga che diffondono la conoscenza di questa millenaria disciplina che fino a quest’anno erano iscritte al CONI affiliandosi a uno dei suoi enti di promozione sportiva quali UISP, CSEN, ASI dal prossimo anno 2018 non saranno più riconosciute dal CONI.

Precisamente il 20 dicembre 2016 con la delibera n.1566 il CONI ha deciso di non riconoscere più lo Yoga tra le discipline sportive.

Cliccando sul link della delibera qui sopra si può anche visionare quali sono invece le discipline che il coni ha deciso di mantenere, tra cui auto storiche, freccette, bocce…

Dal 1 gennaio 2018 lo Yoga sarà purtroppo escluso dall’elenco delle discipline del CONI con conseguente cancellazione dal registro nazionale delle associazioni di tutte le associazioni Yoga e i centri Yoga che vi si erano iscritti e che fornivano come associazioni no-profit un servizio ai cittadini.

In attesa di sapere quale sarà la decisione finale del CONI, (se proseguire su questa strada o riaccreditare lo Yoga) e comprendere dove verranno indirizzate le associazioni che rientravano nel comitato sta nascendo in Italia, da parte di numerosi insegnanti e formatori, la volontà di creare una sorta di federazione che possa essere un riferimento e una garanzia per chi si vuole avvicinare a questa disciplina.

Al momento come già dicevo, ci sono diverse associazioni, i cui  nomi altisonanti parrebbero garantire serietà e preparazione, ma sono purtroppo tutte di natura autoreferenziale e come sempre ognuno tira l’acqua al suo mulino.

L’intento di questa nuova federazione è quello di creare uno spazio di confronto tra insegnanti yoga di diversi lignaggi e scuole di provenienza, per garantire serietà, coerenza e dimostrare finalmente che il significato del termine yoga “unione”  si possa esprimere anche al di fuori del materassino e possa coinvolgere anche gli insegnanti in una crescita collettiva all’infuori della concorrenza.

Cos’è il CONI?

Per chi non lo sapesse il CONI in Italia è l’unico ente certificatore dell’effettiva attività sportiva svolta dalle società e dalle associazioni sportive dilettantistiche.

Perché il riconoscimento del CONI per le associazioni Yoga è importante?

Il riconoscimento da parte del CONI è essenziale per mantenere in vita le piccole associazioni Yoga in quanto tale certificazione permette di usufruire di trattamenti fiscali e regimi agevolati sotto il profilo fiscale, lavorativo e previdenziale. Per saperne di più clicca qui e firma la petizione ;-).

Se i centri Yoga non potranno più godere di queste agevolazioni saranno costretti a alzare i prezzi dei corsi, rendendo così lo Yoga una disciplina più elitaria.

Il riconoscimento del CONI rientrava inoltre tra i riconoscimenti importanti in Italia per chi, intenzionato a seguire una formazione per insegnanti di Yoga, cercasse una formazione certificata che fosse collegata allo stato.

Come scegliere ora un corso di Yoga o una scuola di formazione insegnanti Yoga riconosciuto in Italia?

Scegliere un corso di Yoga o una formazione insegnanti Yoga di questi tempi non è semplice, l‘offerta è varia e le garanzie sono davvero poche.

Per diventare insegnanti Yoga non è sufficiente seguire dei corsi sacrificando qualche weekend per la causa. Come ogni professione che implichi aspetti fisici e emozionali, richiede un approfondimento e un esperienza personale di diversi anni.

Le fondamenta della conoscenza di questa antica disciplina possono però essere acquisite  con insegnanti che da anni si confrontano con le diverse  necessità dei praticanti, con alle spalle esperienza, competenza e professionalità.

Attualmente in Italia la figura dell’Insegnante Yoga non è riconosciuta legalmente. Questo fattore rende ancora più difficile comprendere su quali criteri basarsi per scegliere una formazione insegnanti Yoga.

La professionalità e la competenza degli insegnanti e dei formatori non è garantita da nessun ente statale. A breve non vi sarà nemmeno più il CONI a rilasciare i patentini degli insegnanti certificando la loro formazione.

Negli ultimi anni il settore dello Yoga ha vissuto una crescita esponenziale e con l’aumentare della richiesta sono sbocciati, come fiori in primavera, insegnanti Yoga sia competenti che più o meno improvvisati di stili sempre più vari di Yoga.

beer yoga

Sia per gli allievi intenzionati a seguire un corso di questa meravigliosa disciplina che per chi è intenzionato a seguire un corso di formazione insegnanti Yoga non è quindi facile definire l’effettiva preparazione degli insegnanti o dei formatori che si propongono sul mercato.

Nel tentativo di colmare il vuoto legislativo che inquadri la professione stanno intervenendo numerose Associazioni Yoga e organizzazioni del settore che rilasciano titoli o attestati.

Alcune Associazioni rilasciano titoli auto-referenziali, ossia riconoscono e certificano i corsi da loro stesse offerti. In questo caso si spera che la formazione sia adeguata e rispetti i canoni standard necessari per insegnare la disciplina yogica scongiurando il rischio di provocare danni a se stessi e agli allievi.

Altri insegnanti ( per es. io 🙂 ) e associazioni Yoga (tra cui la nostra) scelgono invece di richiedere il riconoscimento a organizzazioni come YOGA ALLIANCE.

Yoga Alliance lavora e si batte per il riconoscimento e la divulgazione dello Yoga in modo da mantenere alto il profilo di scuole e insegnanti, per garantire agli allievi e ai futuri insegnanti di seguire corsi e formazioni unicamente con insegnanti qualificati e con un ampia esperienza di insegnamento.

A differenza di altre associazioni non basta pagare per ottenere il riconoscimento la bisogna dimostrare la preparazione e gli anni di esperienza per ottenere il loro riconoscimento.

Tra le innovazioni che Yoga Alliance ha portato nell’ambito delle certificazioni degli insegnanti di Yoga vi è l’aumento del monte di ore per ottenere  il primo certificato come insegnante di Yoga, portando da 200 a 250 le ore richieste.

Ho trovato sensata e importante questa trasformazione in quanto insegnare Yoga ci porta a interagire con persone con diversi tipi di problematiche sia fisiche che emotive.

Penso quindi che sia importante seguire un percorso di formazione completo e serio.

Namastè, spero questo articolo ti sia stato utile, per altre domande o approfondimenti siamo a disposizione.

Marcella

Pin It on Pinterest

Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi